Quelle strane luci di Roswell

images (1)Chi da bambino non è stato affascinato dai film e dai romanzi di fantascienza, come Indipendence Day o la saga di Guerre Stellari o Star Trek. Chi non ha mai visto almeno un episodio di X Files, in cui due agenti dell’FBI indagano su casi di paranormale, dai fantasmi ai vampiri, dai lupi mannari alle strane luci nel cielo. Già, quelle strane luci che vanno sotto il nome di Unidentified Flying Object o UFO. Quella che raccontiamo oggi è una storia particolare, iniziata sessantasei anni fa, nella notte tra il 7 e 8 luglio 1947, in un ranch del New Mexico, negli Stati Uniti. Fiumi di inchiostro sono stati scritti sul presunto disco volante schiantatosi a Roswell in una calda estate, in un’era dove la Guerra Fredda tra USA e URSS era appena iniziata. Già nelle prime ore del mattino, l’aviazione statunitense dichiarava a gran voce di essere entrata in possesso di un disco volante, di natura extraterrestre, schiantatosi sul nostro pianeta probabilmente per un’avaria. Del resto, non era la prima volta che venivano avvistate nel cielo strane luci e oggetti volanti dalle forme mai viste prime: alla fine della seconda guerra mondiale, numerosi piloti inglesi e americani dichiaravano di vedere nei cieli della Germania delle “palle di fuoco” volare in formazione con i bombardieri e i caccia alleati. Questi “foo fighters”, come vennero ribattezzati dai piloti, furono inizialmente attribuiti a prototipi di armi segrete del Terzo Reich o, in molti casi, allucinazioni da stress.

Resti di RoswellNel 1945 gli Alleati vinsero la guerra e gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica cominciarono già nelle ultime fasi del conflitto a spiarsi a vicenda, cercando di mettere le mani sui piani segreti degli scienziati tedeschi, tra cui i progetti di missili e razzi di Werner von Braun, padre della missilistica moderna e del programma Apollo che porterà, il 21 luglio 1969, Neil Armstrong sulla Luna. Questa però è un’altra storia. Ma in quell’estate del 1947 furono avvistate per tutta l’estate luci simili a quelle dei cieli della Germania: il più celebre avvistamento, quello del 4 luglio, fu effettuato dal pilota Kenneth Arnold, il quale raccontò che assomigliavano ad “un piatto da torta che è stato tagliato a metà con una specie di un triangolo convesso nella parte posteriore”. Da allora fu coniato il termine disco volante. Fu così che nell’euforia generale, quattro giorni dopo lo spettacolare ritrovamento, anche l’aviazione statunitense era convinta di trovarsi davanti ad una vera navicella aliena. Ma il giorno dopo arrivarono le dichiarazioni ufficiali e le prime smentite: quello schiantatosi a Roswell non era un UFO, bensì un pallone sonda aerostatico ad alta quota, tenuto segreto fino ai massimi livelli. Ufficialmente il presunto pallone era utilizzato per le analisi meteorologiche, in realtà il suo impiego era diretto verso l’Unione Sovietica e i suoi progressi nello sviluppo della bomba atomica. Quel che è certo è che niente sarebbe stato più come prima dopo quell’estate del luglio 1947: segreti, presunti insabbiamenti, cospirazioni. Un’intera generazione è cresciuta nel mito dell’Area 51, degli alieni buoni alla E.T. di Spielberg o agli alieni conquistatori da La guerra dei mondi o da Indipendence Day. Ma, in fin dei conti, chi non ha mai alzato gli occhi, cercando di scorgere delle luci nel cielo?

Annunci

5 thoughts on “Quelle strane luci di Roswell

  1. Those strange lights in Roswell

    Who as a child has not been fascinated by movies and science fiction novels, such as Independence Day or Star Wars or Star Trek. Who has not seen at least one episode of The X Files, in which two FBI agents investigate cases of paranormal, from ghosts to vampires, werewolves by the strange lights in the sky. Yeah, those strange lights that go under the name of Unidentified Flying Object or UFO. What we tell you today is a special story, which began sixty-six years ago, on the night of July 7 and 8, 1947, on a ranch in New Mexico, United States. Rivers of ink have been written on the alleged flying saucer crashed at Roswell in a hot summer, in an era where the Cold War between the U.S. and USSR had just begun.

    Already in the early hours of the morning, the U.S. Air Force declared in a loud voice to be in possession of a flying saucer of extraterrestrial nature, crashing on our planet probably to a fault. After all, was not the first time they were spotted strange lights in the sky and flying objects shapes never seen before: at the end of World War II, many American and British pilots claimed to see in the skies of Germany of “fireballs” flying in formation with allied fighters and bombers. These “foo fighters”, as they were dubbed by the pilots, were initially attributed to prototypes of the secret weapons of the Third Reich, or in many cases, hallucinations stress.

    In 1945 the Allies won the war and the United States and the Soviet Union began already in the last stages of the conflict to spy on one another, trying to get their hands on the secret plans of German scientists, including projects of missiles and rockets Werner von Braun, the father of modern rocketry and the Apollo program which will lead, 21 July 1969, Neil Armstrong on the moon. But this is another story. But in that summer of 1947 were sighted throughout the summer lights similar to those of the skies of Germany’s most famous sighting, that of July 4, was carried out by pilot Kenneth Arnold, who told him that resembled “a dish cake which was cut in half with a sort of a convex triangle in the rear. “Since then it has coined the term flying saucer.

    So it was that in the euphoria general, four days after the spectacular find, even the U.S. Air Force was convinced of being in front of a real alien spacecraft. But the next day came the first official statements and denials: that crashed at Roswell was not a UFO, but an aerostatic balloon at high altitude, kept secret until the highest level. Officially the alleged balloon was used for the meteorological analysis, in reality its use was directed towards the Soviet Union and its progress in the development of the atomic bomb.

    What is certain is that nothing would be the same again after the summer of July 1947: secrets, alleged cover-ups, conspiracies. An entire generation has grown up in the myth of Area 51, the good aliens to ET Spielberg’s aliens or conquerors from War of the Worlds or Independence Day But, in the end, those who have never raised his eyes, trying to see the lights in the sky?

  2. Carino come articolo.. Leggero, di facile lettura… Anche perchè ogni tanto ci vuole un articolo più leggero degli altri… E magari anche simpatico, come questo! 🙂

  3. Pingback: La battaglia di Los Angeles | Segreti della storia

  4. Pingback: L’incidente aereo di Thomas Mantell, precipitato inseguendo un UFO | Segreti della storia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...