Il punto sui Fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone – 5 –

Fiocco-giallo-pro-MaroÌ€Come di consueto, siamo tornati ad incontrare il Generale Fernando Termentini e a rivolgergli qualche domanda sulla vicenda dei Fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. Sono state due settimane piene di notizie e di svolte, dall’interessamento diretto dell’Unione Europea nella figura di Catherine Ashton, Alto Rappresentare per la Politica Estera e di Sicurezza Comune, alle dichiarazioni dell’ex Ministro degli Esteri Giulio Terzi su presunte pressioni di ambienti economici e lobby industriali; dalle dichiarazioni del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon, secondo cui la vicenda è da risolversi bilateralmente dal nostro Paese e dall’India senza coinvolgere gli organi internazionali, fino alle audizioni in Parlamento del Ministro degli Esteri Emma Bonino di fronte a Camera e Senato mortificatamente vuote. Oggi sono due anni che Massimiliano e Salvatore sono di fatto prigionieri a New Delhi in attesa di un giudizio che sembra non arrivare mai, complici i numerosi rinvii del tribunale indiano.

1. E così siamo arrivati ad un’impasse politica e diplomatica durata due anni e, nonostante le audizioni e le dichiarazioni del Ministro degli Esteri Emma Bonino, non sembra vicina alla soluzione. La prossima settimana, il 18 febbraio, la Corte indiana dovrebbe pronunciarsi in merito alle accuse da formulare, che non dovrebbero prevedere la pena di morte ma comunque appellarsi al Sua Act, la legge che punisce gli atti di pirateria, sempre che non avvenga l’ennesimo imbarazzante ed umiliante rinvio. A questo punto della vicenda non è un po’ tardi “fare la voce grossa”?

FucilieriCredo che sia assolutamente tardi per fare la voce grossa. Ieri, il Premier uscente ha dichiarato l’intenzione di ricorrere ad un arbitrato internazionale, lo ha fatto con un ritardo di dieci mesi quando invece se avesse rappresentato il primo atto del suo Governo oggi tutto sarebbe stato concluso. Letta accenna a qualcosa la cui proposta fu fatta l’11 marzo dall’ex Ministro Terzi e che si è trascinata con un nulla di fatto per dieci mesi per poi parlarne l’ultimo giorno del suo mandato quasi fosse stato sciolto da vincoli ereditati dal precedente Governo. Renzi da giorni parla ma non ha mai accennato ai Marò, gli hanno passato uno specifico “testimone” e sta ottemperando alle disposizioni ricevute?

2. Delle nuove dichiarazioni dell’ex Ministero degli Esteri Giulio Terzi hanno messo nero su bianco sulla stampa nazionale che dopo il suo rifiuto di rimandarli a New Delhi vi siano state delle forti pressioni da parte degli allora Presidente del Consiglio Mario Monti e del Ministero della Difesa, l’Ammiraglio Giampaolo Di Paola, che addirittura pianse ai giornalisti che lo intervistavano. Interessi economici e politici, quindi, pare che si siano intrecciati con il destino di Massimiliano e Salvatore?

Latorre e GironeNe sono stato sempre convinto e mi convinco sempre di più leggendo le carte che mano a mano vengono alla luce. Sono certo che ce ne sono di molte altre del genere di quella a cui Terzi ha fatto cenno e che potrebbero  rivelare che nell’intera faccenda sono stati preminenti interessi personali o di lobby. Ipotesi, sarà pure così ma a “pensar male non si fa mai peccato”!

3. Stiamo in questi giorni assistendo, in Italia, all’ennesima bagarre politica e crisi di governo: la credibilità del nostro Paese ne può risentire anche a livello internazionale, alle Nazioni Unite, nell’Unione Europea e nella stessa Alleanza Atlantica. È come se lasciassimo carta bianca all’India, paese prossimo alle elezioni con un partito nazionalista super favorito e che certamente in questi mesi non ha risparmiato parole pesanti sui due Fucilieri…

latorre-gironeConoscendo un pochino il subcontinente indiano credo proprio di poter affermare che il peso del partito nazionalista di Modi si è fatto sentire e si farà sentire sulla vicenda. A ciò aggiungiamo la vicenda politica che ci vede coinvolti in cui la Direzione di un Partito di maggioranza per appena 20.000 voti impone un Premier nella persona di un sindaco di una cittadina, non eletto in parlamento e non in possesso di particolari caratteristiche professionali che poteva suggerirne la scelta. Il Presidente della Repubblica fa finta di nulla e si va avanti: verso dove  è difficile saperlo e la credibilità del nostro Paese si avvicina ai valori teorici dello “zero assoluto”.

4. In un’aula semideserta, il 13 febbraio il Ministro degli Esteri Emma Bonino ha relazionato sugli ultimi sviluppi del caso, dalle dichiarazioni del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon alle iniziative messe in campo dalla Signora Katherine Ashton, Alto Rappresentante della Politica Estera dell’Unione Europea.  Molto mortificante, specie per chi veste (o ha vestito in passato) la divisa vedere il completo disinteresse dei nostri rappresentanti eletti…

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone lasciano il carcere di TrivamdrumMortificante ed offensivo per tutti coloro che in questo momento nel mondo stanno mettendo a rischio la loro vita per affermare la visibilità della nostra Nazione. Una dimostrazione che si aggiunge a tante altre e che dimostra che chi siede in Parlamento è presente solo quando si sente minacciare la sedia. In alternativa,  ci potrebbe essere anche un’altra risposta con un’ipotesi forse non troppo azzardata. L’Aula era deserta in assoluta contestazione di un Ministro degli Esteri occupata fino ad oggi più a condividere le decisioni dell’Uruguay a liberalizzare le droghe leggere ed a riconoscere, primo politico in Europa,  il neo eletto Presidente iraniano, piuttosto che ad andare in India e metterci la faccia per i nostri Marò. Perché fino ad ora non lo abbia fatto lo sappiamo tutti: la Ministro Bonino è allergica alle uniformi militari.

5. Fin dall’Amministrazione Fiduciaria della Somalia e dall’intervento in Corea negli Anni Cinquanta, passando poi per la ONUC, la UNTSO, la UNIFIL, la UNOSOM, la ONUMOZ, la UNAMIR, fino alle attuali missioni sotto le insegne delle Nazioni Unite, l’Italia ha contribuito a fornire contingenti militari per i Caschi Blu, versando un alto contributo di sangue. Adesso Ban Ki-Moon pare dimenticarsene, relegando la questione ad una fatto da risolvere bilateralmente, nonostante la missione di Massimiliano e Salvatore richiamava proprio quelle risoluzioni dell’Assemblea e del Consiglio di Sicurezza varate contro la pirateria internazionale. Alla luce di questo, dovrebbe essere rivista la nostra partecipazione degli oltre mille soldati che indossano il “casco blu”?

LaTorre_Girone_Campidoglio--400x300Rivedere la nostra politica di partecipazione alle missioni internazionali sarebbe forse pericoloso dopo che siamo riusciti ad ottenere che l’unica fiducia che l’estero ha per il nostro Paese è l’incondizionato apprezzamento per i nostri militari. Forse sarebbe invece il caso di cominciare ad alzare il “prezzo” per le nostre partecipazioni ed entrare nella schiera dei più alti debitori verso le Nazioni Unite capeggiata dagli USA e non i migliori pagatori.

6. Un’ultima considerazione, forse banale, ma comunque da sottoporre all’attenzione di chi legge, ma anche agli stessi giudici indiani e funzionari del Ministero degli Esteri: l’incidente all’Enrica Lexie avviene alle ore 16.00 (ora indiana) mentre il comandante del peschereccio St. Atnhony all’arrivo in porto con i corpi dei due pescatori dichiarò che l’incidente era delle 21.30. Non bastava già questo a chiudere l’intera questione due anni fa?

Latorre-GironeA mio avviso sì ed era sufficiente non far rientrare a Natale i nostri militari in India con un divieto di espatrio del tutto giustificato in considerazione che la nostra Magistratura aveva aperto un fascicolo per “omicidio Volontario” . Mi risulta per interposta persona che fu proposto al Senatore Monti, sono certo di aver presentato un esposto in tal senso a marzo ma nulla è accaduto e di nulla sono stato informato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...