Vanzi-Molini e il cimitero militare austriaco

Cimitero austriaco dei Vanzi-Molini (2)La contrada di Vanzi-Molini, piccolo comune della provincia di Vicenza, visse la Grande Guerra in tutta la sua drammaticità: trovandosi in prossimità del fronte, infatti, la popolazione fu costretta a sfollare verso la pianura, cosa che determinò, alla fine del conflitto, una grave crisi demografica. Don Giuseppe Mutterle, parroco di Laghi, ricorda così nel suo diario: “Chi piangeva, chi imprecava, chi si Cimitero austriaco dei Vanzi-Molini (4)volgeva indietro per dare un’ultima occhiata alla casetta abbandonata con tutto quel po’ di ben di Dio che possedeva, frutto delle sue fatiche. La notte avanzava, la stanchezza opprimeva, la fame si faceva sentire e, soprattutto, dove si va?”. Ma quando gli Austriaci, il 15 maggio 1916, diedero avvio alla più grande offensiva, fino a quel momento, contro gli Italiani, la piccola contrada di Vanzi-Molini si trovò nel pieno Cimitero austriaco dei Vanzi-Molini (6)della battaglia: erano i giorni della Strafexpedition, la spedizione punitiva contro l’Italia per vendicare il tradimento del maggio 1915. Oggi, di quelle drammatiche giornate, resta il piccolo cimitero militare austro-ungarico, che, grazie all’interessamento della Croce Nera austriaca e dell’Amministrazione comunale, ha permesso di dare una degna sepoltura a 46 soldati: solo due di loro, però, hanno un nome e un cognome. Si tratta di Anton Burgamn e di Vitus Hofer: tutti gli altri sono Unbekannten Soldaten, cioè soldati ignoti. Sulla sommità del piccolo colle dove sorge il piccolo camposanto, è stata eretta una croce di legno: è stata posto nello stesso luogo dove sorgeva al tempo del primo conflitto mondiale, grazie ad una vecchia fotografia risalente al 1919. A Laghi, però, nessuno si è dimenticato di loro: oltre a cerimonie ufficiali presso il piccolo cimitero, il comune ha deciso di dedicare al Kaiserjager Burgman la via principale del Paese.

Annunci

One thought on “Vanzi-Molini e il cimitero militare austriaco

  1. Complimenti. Vi chiedo cortesemente se potete indicarmi dove reperire gli scritti di don Mutterle, se sono stati pubblicati,grazie rg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...